Turismo in Costa Rica 2021 previsto -59% sul 2019

Seppur in leggero recupero sul 2020 il turismo in Costa Rica 2021 previsto -59% sul 2019. L’anno pre-Pandemia aveva chiuso con oltre 3.000.000 di visitatori.

 

Previsioni per il 2021

 

Il settore turistico prevede di chiudere l’anno 2021 con 1,2 milioni di visitatori, circa 200.000 in più rispetto allo scorso anno (vedi articolo “Turismo in Costa Rica nel 2020”), ma bisogna ricordare che la stagione passata è stata catastrofica, il Paese ha raggiunto a malapena il milione di turisti segnando un -70% rispetto al 2019 e con molti mesi le frontiere aeree e terrestri chiuse, mentre per questo 2021 il settore prevede di ricevere la visita di 1.223.000 turisti dall’estero.

Il dato significherebbe un leggero recupero rispetto allo scorso anno, e sebbene sia ancora lontanissimo dai 3.000.000 di turisti ricevuti prima della pandemia, significano cifre più fiduciose di quelle stimate all’inizio dell’anno. Anche se ovviamente il turismo in Costa Rica 2021 previsto -59% sul 2019 sarebbe l’ennesima mazzata all’economia del settore e dell’economia del Paese in generale.

 

Ipotizzati 3 scenari

 

La proiezione delle stime del Ministero del Turismo si basa su tre scenari:

  1. i più pessimisti stimano l’arrivo di non oltre 866.000 persone, cifra molto inferiore a quella del 2020 e addirittura -71% sul 2019,
  2. le proiezioni più ragionevoli (salvo nuove chiusure) prevedono all’incirca 1.223.000 visitatori
  3. quelle più ottimistiche valutano arrivi per 1.500.000 di turisti (che comunque sarebbe sempre un -50% rispetto al 2019)

 

Cosa pensa il Ministro del Turismo 

 

Gustavo Segura, Ministro del Turismo, ha spiegato che i dati che hanno raccolto finora indicano che la previsione n.2 ( 1.223.000 di visitatori) dovrebbe essere quella più raggiungibile.

Parte dei dati provengono da stime effettuate a livello internazionale sulla base dell’interesse dei viaggiatori in Costa Rica come destinazione e la disponibilità di posti gestiti dalle varie compagnie aeree.

Nel primo caso, gli studi mappano le ricerche delle persone attraverso il web per determinare l’interesse che hanno nei Paesi come destinazione turistica. È stato dimostrato che nel caso della Costa Rica, anche se le cifre sono molto inferiori a quelle del 2019, almeno c’è già un maggiore interesse per visitarla.

Per quanto riguarda il ripristino dei voli, il Ministro Segura ha sottolineato che c’è stato un importante recupero di rotte e che la stragrande maggioranza già opera quotidianamente.
Per Agosto e Settembre sono più di 200.000 i posti prenotati, che – secondo il Ministro – è
qualcosa di atipico per una bassa stagione.

Inoltre, ha affermato che alcune compagnie aeree che non sono ancora rientrate nel Paese, stanno valutando il rientro, mentre Air Canada ha già confermato il ritorno dal prossimo Ottobre.

Secondo il responsabile del Turismo, questo nuovo ottimismo ha cominciato a essere palpabile da Marzo e Aprile in cui si iniziò a notare un maggiore interesse dei viaggiatori a visitare il Paese.

Ha aiutato il fatto che non sia richiesto un test COVID-19 negativo (potrebbe interessarti questo articolo “La Costa Rica abolirà l’obbligo di assicurazione per i viaggiatori vaccianti”), così come l’aumento delle vaccinazioni sia a livello locale che soprattutto nei Paesi di origine.

Secondo il gerarca, sebbene il test COVID-19 non sia richiesto per l’ingresso, molti Paesi di origine lo chiedono al turista al rientro, il che consente loro di avere tracciabilità. nel caso in cui turista risulta positivo, non può lasciare il Paese e deve restare per scontare la quarantena.

 

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui Social ci darai una mano a far conoscere il nostro sito

👉  COSTA RICA NEW TRAVEL 👈

Mi permetto di consigliarti, se ancora non lo hai fatto, di iscriverti subito al nostro canale YouTube e attivare la campanellina, così da ricevere la notifica ad ogni nuovo video:

 

 

Posted In:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *