L’occupazione degli Hotel in Costa Rica nel fine 2021

Il numero di famiglie che hanno sfruttato le vacanze ha superato le aspettative, raggiungendo l’occupazione degli Hotel in Costa Rica nel fine 2021 media del 90%.

Misure sanitarie meno restrittive e campagne di vaccinazione di massa sono i due fattori che hanno spinto le persone a viaggiare di più.

Gli Hotel di montagna (La Fortuna, Monteverde ecc. ecc.) sono quelli che finora registrano i numeri migliori, con il 94% delle prenotazioni, mentre gli Hotel al mare hanno un’occupazione media del 90%.

DESTINAZIONI PREFERITE

 

Le destinazioni cittadine, tra cui la Capitale San Josè, hanno le prenotazioni con le percentuali più basse.

“I turisti internazionali cercano più turismo di montagna e i cittadini amano la spiaggia, senza dubbio è un buon fine e inizio anno”, ha affermato Ronald Villalobos, presidente della Camera di commercio, industria e turismo di Heredia.

I numeri superano quelli riportati nel 2020, quando sono venute alla luce le misure di restrizione e il picco peggiore nei casi di Covid-19.

“Sappiamo che è una ripresa lenta, tuttavia è molto importante che al momento della prenotazione si cerchino hotel che rispettino i protocolli stabiliti, le distanze e l’uso delle mascherine”, ha affermato Flora Ayub, direttrice esecutiva della Camera degli hotel costarricensi.

ANCORA MOLTO TEMPO PRIMA DI…

 

I casi segnalati di Ómicron nel Paese e il timore che il contagio di Covid-19 aumenti suggeriscono che questa crescita di fine anno sarà stagionale e che i dati di ripresa che si avevano prima della pandemia non saranno raggiunti fino al 2023, nonostante il ritorno delle compagnie aeree e l’aumento del numero di voli.

D’altra parte, l’aumento della vaccinazione di massa riduce i rischi, tuttavia sono ancora molti i minori non vaccinati.

“Ci sono ancora alcune possibilità di riserva. Consiglio di visitare la pagina ““Vamos A Turistear” per trovare offerte e promozioni e adeguarvi al budget familiare e, naturalmente, guidare con prudenza”, ha affermato Rubén Acón, presidente della Camera Nazionale del Turismo.

Il turismo mobilita molti settori dell’economia come: hotel, ristoranti, tour operator, noleggio veicoli ed è per questo che, quando si verifica una ripresa, è completo.

A fine anno, le autorità turistiche dovrebbero raggiungere 1,3 milioni di turisti internazionali, raggiungendo così il 40% delle visite rispetto al 2019.

La ripresa del settore è iniziata a giugno e luglio 2021, quando le restrizioni ai viaggi sono state eliminate e la vaccinazione contro il Covid-19 è avanzata in molte parti del mondo.

“A partire da ottobre, siamo del 53% al di sotto dei livelli del 2019, in termini di arrivi internazionali per via aerea, davvero, un recupero totale entro il 2022 è uno scenario inaspettato. Sappiamo che la ripresa sarà graduale e non sarà fino al 2024 quando verranno raggiunti i livelli pre-pandemia e questo è confermato dalle proiezioni globali “, ha affermato Shirley Calvo, direttore esecutivo di Canatur.

 

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui Social ci darai una mano a far conoscere il nostro sito

👉  COSTA RICA NEW TRAVEL 👈

Mi permetto di consigliarti, se ancora non lo hai fatto, di iscriverti subito al nostro canale YouTube e attivare la campanellina, così da ricevere la notifica ad ogni nuovo video:

 

Posted In:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.