Se avete l’idea di investire all’estero e state valutando la convenienza partendo dalle tasse sull’acquisto, passando per l’ IVIE sull’acquisto case all’estero e alle modalità di indicazione di questi beni nella vostra dichiarazione dei redditi modello 730 o modello Unico, ecco di seguito una guida utile che vi permetterà di decidere con tranquillità il vostro futuro business immobiliare.

[dt_sc_h2]Novità dalla legge di stabilità 2016 , l’ IVIE sull’acquisto case all’estero.[/dt_sc_h2]

IVIE sull'acquisto case all'estero

La legge di stabilità del 2016 introduce una novità molto importante relativa all’esenzione dell’IVIE ,qualora l’immobile fosse abito ad abitazione principale e alle relative pertinenze purché non accatastate come A1, A8 o A9.

La stessa novità si applicherà anche alla casa coniugale assegnata al coniuge dopo il provvedimento di separazione legale, divorzio, e nei casi di annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio stesso.

Per le categorie catastali A1, A8 o A9, sopra indicate si applicherà l’aliquota ridotta dello 0,4% a cui si assocerà una detrazione forfettaria di 200 euro rada ragguagliare al periodo di imposta dell’anno in cui si è acquistata l’abitazione o si è destinata ad abitazione principale.

C’è da ricordare inoltre che qualora l’immobile sia adibito ad abitazione principale da parte di più soggetti la detrazione come avveniva per l’ICI sarà spalmata proporzionalmente alla propria quota di possesso.

L’IVIE , si verserà con  le stesse scadenze  previste per l’IRPEF, per cui stiamo sempre parlando del 16 giugno per il versamento del saldo Irpef e del primo acconto, così come il 30 novembre per il versamento dei secondi acconti.

E il calcolo dell’aliquota ordinaria per il calcolo dell’IVIE è dovuta nella misura dello 0,76% del valore dell’immobile da ponderare in base sia alla quota sia al periodo di possesso (espresso in mesi) e dove possessi di almeno 15 giorni fanno scattare il pagamento di un singolo mese.

Ricordatevi però che qualora il valore dell’IVIE, senza detrazioni e senza considerare le singole quote di possesso, sia inferiore a 200 euro non sarà dovuta ma dovrete comunque compilare il quadro RW. Anche qualora l’importo a debito da indicare nel modello F24 sia inferiore a 12 euro non si procederà ad alcun versamento.

La scelta di investire in immobili all’estero , considerando gli ottimi rendimenti medi lordi annui che si riescono ad ottenere dalla locazione, al lordo della tassazione italiana ed anche alla luce dell’introduzione in Italia del’IVIE potrebbe divenite un’alternativa interessante, una forma di business.

[dt_sc_h3]IVIE sull’acquisto case all’estero; partiamo dalla scelta del perchè acquistare casa fuori dai confini italiani.[/dt_sc_h3]

Rendita sicura comprando una Casa in Costa Rica

Comprare casa all’estero oggi diviene una scelta d’investimento perché il ritorno sul capitale investito può essere molto interessante in paesi esteri, invece purtroppo della tassazione Italia è piuttosto proibitiva per via dell’IMU.

Tra i tanti fattori che spingono alla considerazione d’ investire all’estero , ci sono ad esempio i mercati azionari non hanno brillato nell’ultimo triennio, anche l’investimento in Italia sulle seconde case non garantisce ne un flusso reddituale costante ,ci muoviamo intorno ad un rendimento medio del 2% annuo, e tanto meno si avrà la possibilità di apprezzamento del valore dell’immobile con conseguente crescita e ritorno sull’investimento.

Anche nel caso d’investimento immobiliare in residenze al mare in Italia da affittare come casa vacanza non è si è più nell’ottica dell’investimento visto negli anni ’70 e ’80 .

Ecco perché nasce la necessita’ di diversificare e di pensare di acquistare all’estero un immobile per via delle buone opportunità di business, infatti, la scelta di acquistare ed investire all’estero negli immobili, nell’ultimo anno , ha interessato oltre 15 mila contribuenti italiani , per tantissimi fattori tra cui le migliori prospettive di mercato in continua crescita economica, come ad esempio la Costa Rica, che permette, grazie alla sua stabilita’ di registrare ritorni interessanti sull’investimento fatto.

Quali sono le comunicazione al fisco Italiano dell’Immobile Estero ?

Al momento della dichiarazione dei redditi dovrete comunicare nel modello Unico, quadro RM – sezione XV-A d il valore dell’immobile. Nel RM – sezione XV –A andranno scomputate le imposte versate negli altri paesi per il possesso dell’immobile.

Invece quali sono le Tassazione IVIE e indicazione nel modello UNICO o 730 ?

Prima di tutto non pensate di non indicare questi immobili nella dichiarazioni a meno che non pensiate di acquistarli con società statunitensi e schermare la vostra persona, quindi dovrete indicare gli immobili nel quadro RL e non il quadro RB relativo a quelli situati in Italia.

E’ molto importante ricordare,ai fini della tassazione, che se pagano l’Ivie non versano l’Irpef , quindi se l’immobile non è stato dato in affitto nell’anno precedente e paga l’IVIE dovrete indicare il reddito prodotto nel rigo RL12 colonna 1 e poi riportato tra gli altri redditi fondiari non imponibili in quanto qualora se nello Stato estero l’immobile non è assoggettabile a imposizione, quest’ultimo non deve essere dichiarato, a condizione che il contribuente non abbia percepito alcun reddito.

Se il reddito derivante dall’affitto non è soggetto a imposta sui redditi statunitensi andrà dichiarato nel modello Unico, per pagare comunque le tasse, ma fortunatamente il reddito va ridotto forfettariamente del 15%.

Se invece il reddito da locazione paga imposte in USA indicheremo nel modello Unico il canone dichiarato all’estero a cui scomputare eventuali spese strettamente inerenti la gestione come avveniva anche in Italia al netto.

Se invece è affittato il reddito derivante dalla locazione va inserito in dichiarazione anche se paga l’Ivie.

L’IVIE non è dovuta qualora il calcolo porti ad un valore inferiore a 200 euro.

In fine, sviscerato l’ IVIE sull’acquisto case all’estero, non vi rimane che affidarvi a personale qualificato e in loco che con la loro consulenza,  vi permetterà di realizzare il vostro sogno di business in un paradiso come quello della Costa Rica.

mare-terra-le-avventure-in-costa-ricajpg

Vi è piaciuto l’articolo ?? Condividetelo con i vostri amici….Grazie di Cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.