La Costa Rica, paese immerso nella natura più selvaggia, da molti definita il Giardino dell’eden, dove i colori sembrano rubati direttamente dalla tela di un pittore, luoghi magici come Il Rio celeste, dove si narra che anche Dio vi abbia posato il pennello usato per dipingere il cielo, luogo che incanta qualunque visitatore scelga di arrivarvi.

rodeo-cowboy-costarica-guanacaste-

La Costa Rica ha tantissime altre peculiarità, in questa terra che incantata e affascinante, c’è tanto da conoscere.

[dt_sc_h3]Tanto per cominciare, pochi sanno quanto sia radicata la cultura del rodeo e i cowboy in Costa Rica, incuriosisce e affascina, tanto quando le sue tradizioni e i suoi meravigliosi paesaggi.[/dt_sc_h3]

festival-el -tope -costa-rica-

Il rodeo e i cowboy in Costa Rica sono una sorta di forma d’arte, tramandata da generazioni e che fa parte della loro cultura da secoli, fa parte del loro quotidiano modo di vivere guanacasteco.

Proprio come nel selvaggio ovest degli Stati Uniti, domare i cavalli, era un’abitudine che ormai da sempre fa parte della routine quotidiana.

Per i Costaricensi cavalcare cavalli o tori, in fondo, aveva anche una valenza simbolica, quella di dimostrare la forza e il coraggio del sabanero, un’usanza che è stata mantenuta fino ai giorni odierni, nelle fiestas civicas, dove recorridos de toros, classici rodei, sono un po’ i leoni della situazione.

Ma chi sono i sabaneros e quale arduo compito gli tocca ?

sabaneros-costa-rica

Loro cavalcano impavidi i tori infuriati, correndo anche molti pericoli e lo fanno senza sella, con il solo lazo, facendosi ammirare in un vero e proprio spettacolo con tutta la loro maestria, mentre intorno a loro i grida d’incitamento del pubblico non mancano di sicuro.

La Costa Rica, del resto, è conosciuta per i tanti appuntamenti legati pure alle corride di tradizione spagnola, dove decine di ticos, come comunemente sono chiamati gli abitanti del Paese, scende regolarmente nell’arena per mostrare, a concittadini e turisti, il loro coraggio.

Spesso per darsi più coraggio, e scendere nella rena, decide pure di provare una bevanda locale di mais fermentato, correndo poi un po’ storditi dall’alcool e dall’adrenalina a mille tra i tori selvaggi.

fiesta-brava-costa rica-

Uno spettacolo che, come il solito, turba la sensibilità di molti cittadini e turisti, ma che fa parte della cultura locale, e come tale si preserva da anni ed è dura a morire come usanza del luogo, che possa piacere o no, comunque e uno spettacolo, che, in tutti i sensi, fa venire i brividi.

Tra le tante feste con i tori, uno spettacolo da non perdere è Il 25 luglio dove si celebra il “día de Guanacaste”, giorno dell’annessione della provincia di Guanacaste, originariamente parte del Nicaragua, in occasione delle festività, si svolge il tope, parata di cavalli che unisce la tradizione dei rodei e le fiere di campagna.

Costa-Rica-Festivals.-happyjpg

Cosa molto importante da segnalare è che il rodeo di Costa Rica non prevede l’uccisione dei tori pertanto lo spettacolo si concentra sulla bravura, sulla tenacia sulla caparbietà e sul coraggio del sabanero (cowboy) nell’affrontare a capo scoperto e senza sella il toro, una sfida tra uomo e animale, vecchia come la notte dei tempi.

Piaciuto l’articolo ?? condividetelo con i vostri amici…..Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.