Hotel a sette stelle in Guanacaste

La possibilità di Hotel a sette stelle in Guanacaste, propiziano un nuovo terminal all’aeroporto di Liberia (LIR) per ricevere i jet privati.

Grazie allo sviluppo di Hotel a cinque e sette stelle e di conseguenza all’impressionante crescita dei jet privati che ne comporterà (nel 2022 sono già passati da 460 a 1.300 voli), le autorità aeroportuali di Guanacaste costruiranno un terminal specializzato per questo tipo di turismo.

Si tratta di un investimento che oscillerà tra 1,5 e 2 milioni di dollari, utilizzando uno degli hangar esistenti all’interno delle strutture dell’area terminal dell’ Aeroporto Internazionale Daniel Oduber di Liberia (LIR) 

La costruzione di progetti alberghieri, Hotel a sette stelle in Guanacaste, alcuni unici nella regione centroamericana, fanno scommettere l’ aeroporto su questo nuovo modello di business per i prossimi anni.

Il Ritz-Carlton, Six Senses, One & Only e il Waldorf Astoria sono alcuni dei nomi dei grandi progetti alberghieri in costruzione che attirerebbero in Guanacaste turisti di alto (diremmo altissimo) valore , molti dei quali viaggiano e viaggeranno solo con i loro jet privati.

“Mentre un normale turista spende $ 150 al giorno, queste persone spendono $ 3.000 o più al giorno. La pianificazione, aggiunta alla capacità tecnica e finanziaria, consentirà lo sviluppo di questo nuovo progetto, che sarà situato a circa 150 metri dal terminal che riceve tutti i passeggeri”, ha affermato César Jaramillo, direttore generale dell’aeroporto di Guanacaste.

L’investimento si può fare anche perché l’anno che sta per concludersi ha registrato il record di 1,4 milioni di passeggeri; ovvero il 18% in più rispetto al 2019, anno precedente alla pandemia di Covid-19.

“Abbiamo ampliato un terminal prima della pandemia, il futuro sembra buono. Abbiamo due nuove linee aeree in servizio, oggi abbiamo già 24 destinazioni che raggiungono il nostro Aeroporto”, ha detto Jaramillo.

Questo comportamento turistico favorevole consente alle autorità dell’ Aeroporto di concentrarsi su altri modelli e rendere l’offerta dell’aeroporto più attraente per altri mercati legati all’aviazione e al lusso.

Il secondo modello che le autorità aeroportuali cercano di sfruttare è il trasporto aereo di merci, poiché dispongono dell’infrastruttura fisica e tecnologica per entrare in questo nuovo mercato.

Per questo motivo si sono già rivolti a diverse compagnie aeree che operano nel Paese e altre che ancora non lo fanno.

 

“Stiamo scommettendo molto su un elemento diverso che è il trasporto aereo di merci, abbiamo un terminal perfettamente allestito, grande e moderno, con tutte le attrezzature, scanner a raggi X. Quindi stiamo cercando una compagnia aerea cargo che arrivi in ​​modo permanente, ci sono diversi candidati, ma quando lo raggiungeremo, l’effetto sarà molto grande perché il piccolo esportatore o l’importatore occasionale ne trarranno vantaggio”, ha spiegato il direttore generale dell’aeroporto.

Un business che inizialmente potrebbe significare 260 milioni di dollari è l’obiettivo che l’aerostazione si pone per il 2023.

Tutti questi investimenti in aeroporto significano recupero di posti di lavoro legati alle aziende private legate al turista che arrivano in aerostazione e una riattivazione economica della Provincia.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui Social ci darai una mano a far conoscere il nostro sito

                                                                  COSTA RICA NEW TRAVEL 

Mi permetto di consigliarti, se ancora non lo hai fatto, di iscriverti subito al nostro canale YouTube e attivare la campanellina, così da ricevere la notifica ad ogni nuovo video:

 

Posted In:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *