Progetto di Legge per Porti Turistici e Sviluppo Costiero

 

Attualmente in discussione in Assemblea Legislativa il Progetto di Legge per la Promozione dei Porti Turistici e dello Sviluppo Costiero, il cui obiettivo principale è promuovere lo sviluppo delle attività ricreative offerte da imbarcazioni nazionali ed estere, che possano generare occupazione e rilanciare l’economia nelle zone costiere.

 

Un impulso forte ai Porti turistici

 

Detto progetto viene elaborato ai sensi del fascicolo legislativo numero 21.990, ed amplia il campo di applicazione della Legge di Concessione ed Esercizio di Porti Turistici e Ormeggi, con caratteristiche innovative sia per i concessionari dei Porti turistici che per le navi straniere che utilizzano tali spazi.

Il progetto ha due punti importanti che vale la pena affrontare, il primo è che mira ad autorizzare le navi battenti bandiera straniera e il loro equipaggio a svolgere attività lucrative legate al trasporto d’acqua, alla ricreazione e al turismo nelle acque del territorio nazionale. capitani e marinai nazionali per lo sviluppo di queste pratiche.

Si menziona principalmente la possibilità che queste barche possano fornire servizi di charter, che consiste nel mettere a disposizione dei turisti una barca con tutti i lussi e servizi necessari per effettuare viaggi nei luoghi scelti da chi la noleggia. Per fornire questi servizi, le navi straniere devono richiedere un permesso all’Istituto del Turismo del Costa Rica (di seguito “ICT”) e avere un contratto in corso con uno dei porti turistici del Paese.

Ciò consentirebbe a dette navi di essere contribuenti della specifica tassa di noleggio, che corrisponde al 2,5% del reddito lordo percepito per i servizi forniti. I fondi raccolti in questo omaggio saranno destinati all’ICT per rafforzare l’offerta turistica del Paese.

 

Quepos-costa-rica

Una spinta all’economia partendo dal turismo

 

Quanto precede è una misura per incoraggiare il turismo e allo stesso tempo riattivare l’economia, poiché i beneficiari sarebbero i proprietari delle barche, i turisti, il governo e la comunità locale.

Il permesso di noleggio apre anche la possibilità di estendere il periodo di permanenza delle navi di bandiera straniera nelle acque nazionali, consentendo loro di rimanere per un anno, estendibile per periodi uguali.

Per quanto riguarda i porti turistici, il progetto di legge per la promozione dei porti turistici e dello sviluppo costiero promuove la standardizzazione e la semplificazione delle procedure relative all’arrivo e alla partenza delle navi.

Resta inteso che gli ufficiali necessari siano presenti negli stessi porti turistici per svolgere le procedure che sono richieste nel modo più tempestivo e tempestivo.

 

Concessioni e finanziamenti

 

D’altra parte, il secondo punto importante coperto dal progetto è che consente ai concessionari dei porti turistici e alle loro controllate di avere la possibilità di concedere la concessione a garanzia, parzialmente o totalmente per accedere al finanziamento.

Così come si segnala che è autorizzata la possibilità di sottoporre le strutture dei porti turistici al regime di proprietà condominiale, che rappresenta un’ottima iniziativa che permette di individuare gli spazi per il parcheggio delle imbarcazioni (detti “posti barca”) e consentire così operazioni bancarie istituzioni per finanziare questo tipo di progetto.

Il disegno di legge ha diversi punti da migliorare, principalmente per fornire certezza giuridica agli enti bancari quando si tratta di garantire la concessione; Tuttavia, di per sé è un’ottima iniziativa che promuove la riattivazione dell’economia, generando posti di lavoro e rapporti di produzione attraverso lo svolgimento di attività acquatiche ricreative e turistiche.

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo sui Social.

Mi permetto di consigliarti, se ancora non lo hai fatto, di iscriverti subito al nostro canale YouTube e attivare la campanellina, così da ricevere la notifica ad ogni nuovo video:

 

Posted In:

Comment ( 1 )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.