Nell’immaginario comune sarebbe l’ideale la Pace è creare una società senza guerra come in Costa Rica, uno storico disse che in tremila anni, fino al 1860, erano stati firmati circa 8.000 trattati di pace.

L’esistenza di un trattato di pace è la chiara evidenza del fatto che non sia ancora avvenuto un trionfo totale della pace nei confronti della guerra e che le guerre abbiano causato e continuano a causare milioni di vittime in tutto il mondo, ci fa pensare che alcune società amano forse essere in guerra.
[dt_sc_h2]La Pace è creare una società senza guerre come in Costa Rica, sarebbe possibile per l’umanità? Basterebbe volerlo![/dt_sc_h2]

Se consideriamo la guerra e la pace come parte di un processo di perpetua alternanza, e che la pace sia sempre stata concepita come un progetto incompiuto o senza fine, addirittura un sogno o un’aspirazione irraggiungibile.

In realtà la Vera pace deve essere costruita giorno dopo giorno, in fratellanza con i nostri simili.

-bandera-de-costa-rica-costa-rica-azul

Ben sessantasei anni fa la Costa Rica fu vittima di una guerra civile, terminata la guerra, nel 1948, il paese prese, la decisione di abolire l’esercito e definitivamente di abbracciare la pace nel mondo, lo stato promise al suo popolo che non avrebbe più investito in armi ma piuttosto in scuole, ospedali e tutela dell’ambiente.

Per questa ragione, la promozione e la tutela della pace è stata e sarà una priorità della politica estera della Costa Rica, trasformando questo piccolo paese dell’America centrale, come il paese dove meglio si vive al mondo.

E’ compito di ogni stato che si rispetti, Garantire i diritti dell’uomo quali patrimonio idealmente condiviso e inviolabile con fatti concreti e rilevanti sforzi operativi da attuare, anche in ogni angolo del pianeta.

I vari rappresentanti del mondo accademico e delle organizzazioni non governative, che si occupano di diritti umani e di cooperazione internazionale, analizzano i recenti sconvolgimenti geopolitici per inquadrare un dibattito sul contributo essenziale alla tutela dei diritti umani fornito mediante gli interventi di assistenza sanitaria alle popolazioni, gruppi etnici e religiosi destabilizzati da crisi geopolitiche e afflitti da epidemie e carestie.

Tutti gli individui hanno il diritto di vivere in un mondo senza guerre, in pace, la comunità internazionale dovrebbe utilizzare i meccanismi necessari per far rispettare i diritti umani di tutti, con l’obiettivo di promuovere una pace più giusta e duratura.

La guerra, in maggior modo nella nostra moderna realtà, è considerata come la più grande violazione dei diritti umani e delle libertà del mondo.

Di conseguenza, oggi dobbiamo alzare la voce per condannare fermamente la guerra e proclamare il nostro diritto inalienabile a vivere in una situazione in cui la guerra, i conflitti e la violenza scompaiano progressivamente dalla faccia della terra, promuovendo la comprensione reciproca, la vera cooperazione internazionale, la vera tolleranza, e il rispetto dei diritti umani e rapporti pacifici tra le nazioni e i popoli del mondo.

tartaruga-spiaggia-bandiera-blu-costa-rica-jpg

La pace è l’unico futuro che possiamo lasciare alle nostre generazioni, il rispetto per se stessi per gli altri e per la terra è ciò che dovremmo insegnare ai nostri figli per un mondo migliore.

Vi è piaciuto l’articolo ?? Condividetelo con i vostri amici….Grazie di Cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.