Un po’ prima della comparsa del genere umano,  più di tre milioni di anni fà,  due enormi isole,il Nord e il Sudamerica, si unirono per formare un solo grande continente.

L’evoluzione biologica nelle due Americhe aveva seguito strade differenti, già decine di milioni d’anni precedenti.

Infatti  si erano sviluppate una flora e una fauna non troppo diverse da quelle europee nel zona Nord, nel Sud  invece sì.

Erano evoluti animali peculiari, spesso giganteschi, molto diversi da quelli di ogni altra regione del mondo.

Molta  di quella fauna è ormai estinta,  proprio in seguito all’incontro con la fauna Nordamericana, ma ancor oggi il Sudamerica è popolato da animali stravaganti: armadilli, bradipi,formichieri, piccoli marsupiali, tucani, colibrì…

Quanto alle forme vegetali diverse e strabilianti, basti ricordare le geometriche auraucarie, native del Sud America.

L’ultimo ponte di terra, così detto  istmo, emerso a saldare il Nord col Sudamerica è quello che ad oggi costituisce la parte più sottile del collegamento , si parla di circa cento chilometri di larghezza che corrisponde  agli stati di Costa Rica e Panama.

[dt_sc_h3]Città e luoghi di interesse in Costa Rica; Spettacolo della natura ,le sue diverse mete tra cui:[/dt_sc_h3]

San Josè by night

San Jose è la capitale, un’area metropolitana di 2,1 milioni di abitanti, comprendente anche le città di Alajuela, Cartago, Heredia.

Altre città importanti al di fuori della zona di San Jose sono Puntarenas, Limon, e Liberia.

torre-heredia-città-dei-fiori-costa-rica

La città di Heredia, meglio conosciuta come la ‘città dei fiori’, fondata nel 1706, da circa 150 famiglie.

tartaruga.liuto.costa.rica.oceano.salvataggio

Il Parco Nazionale Liuto, santuario e rifugio  per migliaia di tartarughe che ogni anno  vengono a deporvi  le loro uova sulle spiagge.

foresta _Braulio_Carrillo_National_Park__Costa_Rica

Il Parco Nazionale Braulio Carrillo,  ricchissima la vegetazione della foresta pluviale tropicale, con le sue  centinaia di specie di piante e animali; tra le varie  attrattive  anche il vulcano Barva (2,906 m) nella parte occidentale e molte cascate e fiumi, come il Sarapiqui, meta degli amanti del rafting e sport d’avventura, per ogni età

passaggio- riserva-parco-carara-costa-ricajpg

La Reserva Biológica de Carara occupa un’area di 11.600 ettari di foreste e mastodontiche mangrovie.

spiaggia-parco-manuel-antonio-costa-ricajpg

Il Parco Nazionale Manuel Antonio, riserva naturale, ospita  splendide spiagge di sabbia bianca e centinaia di ettari di foresta pluviale, uno dei pochi habitat in cui vive ancora il Mono Titì (Saimiri oerstedii), una specie di scimmia scoiattolo, molto simpatica.

spiaggia -con-tartaruga-Tortuguero-Costa-Rica-tartaruga-sulla-spiaggia

 Il Parco Nazionale Tortuguero nella provincia di Limón, il maggior sito di nidificazione per la tartaruga verde sulla costa atlantica del continente americano.

alligatore.americano.foresta.corcodova.costa.rica

Il Parco Nazionale Corcovado, a sud della provincia di Puntarenas, considerevole  habitat per specie endemiche, come il rospo dorato, e l’imponente  coccodrillo americano lungo il fiume Tárcoles.

parco-nazionale-archeologico-guayabo-costa-rica Tra i maggiori siti archeologici costaricani,  vi è il , parzo nazionale Guajabo, nella periferia della città di Turrialba nella provincia di Cartago, circondato da  edifici di epoca pre-colombiana.

bocca-vulcano-irazu-costa-rica

Tantissimi i vulcani attivi, tra cui il vulcano Irazu (3.432 m), esplorato da migliaia di turisti ogni anno, nella provincia di Cartago, cinque sono i suoi crateri ancora attivi, che danno  origine a molti corsi d’acqua che alimentano i bacini fluviali del Chirripó, Reventazon, Tárcoles e Sarapiquí.

eruzione-vulcano-arenal-costa-rica

Il famoso vulcano Arenal, con il suo caratteristico profilo conico, ogni notte da spettacolo ed  illumina con  le eruzioni e colate laviche offrendo ai turisti uno show seralemozzafiato.

cratere-vulcano-poas-costa-ricajpg

Il vulcano Poas, nella Cordillera Central della provincia di Alajuela, con la vetta circondata da nuvole, ricoperto da foreste e vegetazione che ospitano le varie  specie adattate all’habitat  del vulcanico.

barriera-corallina-parco-cahuita-costa-rica

Il Parco Nazionale di Cahuita, situato nella provincia di Limón, accoglie un tipico villaggio caraibico e un tratto di grande interessa della barriera corallina composta da diversi tipi di corallo e abitata da un’immensa moltitudine di pesci tropicali.

bimba-Carnival-puerto.vierjo.costa.ricajpg

 A pochi km dal villaggio di Cahuita sorge Puerto Viejo, luogo dove si può ammirare e assaporare un bell’esempio di identità culturale caraibica, con i tipici carnevali tradizionali, divertenti e colorati.

Il.National.Wildlif. Refuge.Gandoca.Manzanillo.costa.rica

 Il National Wildlife Refuge Gandoca Manzanillo, quasi ai confine con il Panama, include un’area protetta di 4500 ettari di spiagge e mare, un altro interessante luogo di riproduzione di ben quattro specieimportatnti  di tartarughe marine.

sfere-pietra-costa-rica

Le Sfere di Pietra (Esferas de Piedra) del Costa Rica, sono invece un gruppo di oltre cinquecento petrosfere situate principalmente nel sud del Paese, nella pianura alluvionale del Delta Diquís (la confluenza del Rio Sierpe e Rio Grande de Terraba), nella penisola di Osa e nell’Isola del Caño.

Sono uniche al mondo per numero e perfezione, con dimensioni da 10 centimetri fino a sfere di 2,57 metri di diametro del peso di oltre 16 tonnellate, esse sono  realizzate  in  parte da pietre dure e granodioriti, gabbro,e  poche invece  in roccia calcarea.

Gli archeologi,  credono che le pietre siano state posizionate dagli indigeni tra il 300 a.C. e il 300 d.C., arrivando a questa coclusione studiandone  la stratigrafia dei siti e altri oggetti rinvenuti nelle vicinanze.

Attualmente centinaia di queste sfere si trovano in collezioni private e musei un pò  in tutto il mondo.

Tantissimi i  miti sorti intorno a queste sfere, sul  significato, i costruttori, le finalità e le  probabili tecniche di costruzione e trasporto; tra le varie leggende si pensa  che siano state realizzate dai superstiti di Atlantide, oppure da processi geomorfici naturali,  oppure usando pozioni segrete per ammorbidire la pietra, oppure da alieni, oppure  che indicassero confini territoriali, simboli della divinità, oppure porte per altre dimensioni, comunque le teorie più credibili e ufficiali  per l’archeologia sono che segnassero i cicli astronomici agricoli o che  determinassero il rango sociale all’interno della tribù.

[dt_sc_h3]Città e luoghi di interesse in Costa Rica abbiamo diversi siti Unesco che varrebbe la pena di essere visitati.[/dt_sc_h3]

isla_de-coco.-costa-ricapg

La Isla del Coco uno dei tredici distretti della Provincia di Puntarenas, situata Oceano Pacifico a 532 km al largo della costa americana, interamente Parco Nazionale, abitata solo da guardie forestali, biologi, e ricercatori.

Scoperta nel 1526 dal navigatore spagnolo Juan Cabezas, ha una superficie di 23,85 kmq, e si estende per 7,6 km in lunghezza e 4.4 km.

Per il suo isolamento e la sua conservazione, l’Isola è un sito naturale di valore mondiale, con un endemismo importante e una biodiversità unica, laboratorio naturale unico  per la ricerca sull’evoluzione delle specie e il monitoraggio ambientale.

Sono state identificate 235 specie di piante (70 endemiche), 362 di insetti (64 endemiche), una specie endemica di lucertola e una salamandra, 3 tre specie di ragni, 85 di uccelli (4 endemiche) 57 crostacei, 118 molluschi e oltre 200 pesci e 18 coralli,nel 1997 è stata inclusa tra i siti Patrimonio Naturale dell’Umanità.

parque-internacional-la-amistad-panama-costa-rica-park

Sito transnazionale Costa Rica e Panama, Reservas de la Cordillera de Talamanca – Parque Nacional de la Amistad, area con tracce delle glaciazioni del Quaternario, hapermesso il contatto tra la flora e la fauna del Nord America e Sud America.

La regione, è abitata da quattro diverse tribù indigene, distesa ricoperta da maestose  foreste pluviali tropicali.

Area -verde-de- Conservación -Guanacaste-costa-rica

Area de Conservación Guanacaste Patrimonio dell’umanità dal 1999, ampliato successivamente con l’area di Santa Elena, racchiude in esso  importanti habitat naturali forestali, costieri e marini.

L’UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura) a come obiettivo di contribuire alla all sicurezza ed alla pace tra i  popoli, promuove la collaborazione tra i Paesi del mondo con canali educativi , scientifici e culturali.

Uno dei compiti dell’UNESCO è quello di incoraggiare l’identificazione, la protezione e la salvaguardia del patrimonio culturale e naturale: esso rappresenta la storia e l’identità di ciascun popolo e costituisce l’eredità del passato da trasmettere alle generazioni future proprio come da sempre fa la Costa Rica .

Vi è piaciuto l’articolo ?? Condividetelo con i vostri amici….Grazie di cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.